La tonnara

Originally posted on Il Blog Di Giuseppe Aragno:

Fiorenza Sarzanini è cronista di razza. Se un fatto fa notizia, te lo racconta così com’è, senza calcoli o sconti. Amici o potere, non ce n’è per nessuno. Vista con i suoi occhi, Piazza Barberini 18_la_mattanza2_1sabato scorso è proprio come l’ho vista io, schiacciato contro un muro da una folla di manifestanti impauriti che cercavano scampo: una tonnara, in cui era difficile respirare, dare una mano a una mamma e al suo bambino terrorizzato e schiacciato come me, stretto tra un muro e una banda di forsennati fuori controllo, scagliati da ogni parte contro gente inerme, tra teste rotte, corpi travolti e minacce d’ogni tipo. In gioco c’è stata la vita, ma un aguzzino in divisa ci spiegava che non importa se non hai fatto nulla, “chi non vuole manganellate a queste manifestazioni non deve venirci”.
Parole chiare, come il resoconto della Sarzanini, che non cerca folclore, non si ferma…

View original 560 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Taking notes 32: Beyond neoliberal miseducation

Originally posted on Philosophers for Change:

obama1

by Henry A. Giroux

As universities turn toward corporate management models, they increasingly use and exploit cheap faculty labor while expanding the ranks of their managerial class. Modeled after a savage neoliberal value system in which wealth and power are redistributed upward, a market-oriented class of managers largely has taken over the governing structures of most institutions of higher education in the United States. As Debra Leigh Scott points out, “administrators now outnumber faculty on every campus across the country.”[1] There is more at stake here than metrics. Benjamin Ginsberg views this shift in governance as the rise of what he calls ominously the “the all administrative university,” noting that it does not bode well for any notion of higher education as a democratic public sphere.[2]

A number of colleges and universities are drawing more and more upon adjunct and non-tenured faculty — whose ranks now constitute 1 million out of 1.5…

View original 2.792 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La guerra del Gas (ancora sul golpe in Ucraina)

Originally posted on Domenico De Simone:

shale-gas-extraction Una ventina di giorni fa ho scritto un articolo in cui facevo alcune considerazioni sull’Ucraina e la rivoluzione di piazza che ha decretato la fine del governo Yanukovych e sugli interessi in gioco. Oltre al fatto, successivamente ampiamente confermato, che più che dai moti spontanei di piazza, la vittoria della rivoluzione fu dovuta ad un gruppo ben armato e finanziato dagli americani, sostenevo che il vero obiettivo degli americani fosse la Crimea, sia per ragioni di stretta natura militare, sia per impedire ai russi di creare la via meridionale per portare il gas in Europa. La costruzione del South Stream, il gasdotto di cui la Saipem del gruppo ENI, si è assicurata il ricco appalto per circa due miliardi di dollari da completare entro il dicembre 2015, e che dovrebbe attraversare il Mar Nero per sbarcare in Bulgaria e da lì in Italia meridionale, è attualmente sotto osservazione dell’EU e…

View original 1.415 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Deleuze Gilles – Guattari Felix. L’anti-Edipo (1972)

Deleuze Gilles – Guattari Felix. L’anti-Edipo (1972).

viaDeleuze Gilles – Guattari Felix. L’anti-Edipo (1972).

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

20/2 Trieste. Con Franco Russo e l’Isd sloveno

Originally posted on Per un movimento politico anticapitalista e libertario:

L’associazione ROSS@ (Resistenza, Organizzazione, Socialismo, Solidarietà, Anticapitalismo) è una associazione nazionale fondata da vari gruppi della sinistra radicale, oppure dall’opposizione in CGIL, oppure dal sindacalismo di base. Esponenti di spicco di tale associazione sono Giorgio CREMASCHI e Franco RUSSO.
Quest’ultimo è stato deputato in tre legislature (1983, 1987 2006) e si distingue per la profonda conoscenza dei meccanismi e delle dinamiche dell’Unione Europea.
 

View original 378 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Quartetti di quark

Quartetti di quark.

viaQuartetti di quark.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Storici in manette?

Originally posted on Il Blog Di Giuseppe Aragno:

«Guarda, ciò che più brucia è il silenzio. Per questo anzitutto, perché è  un negazionista, Priebke, non merita sepoltura. Faccia la fine che volle per gli ebrei: cremiamolo e disperdiamo le ceneri. Questo merita un negazionista». Di questa velenosa parola si sono riempite in questi giorni le penne dei più noti commentatori e la bocca della gente comune, dell’uomo della strada: «negazionista»! Un passaparola vorticoso e la reazione non è mancata: un morto che si fingeva di voler nascondere ha assunto una vitalità e una visibilità che a pochi tra chi vive è consentita.
downloadChe la sepoltura del nazista «negazionista» fosse anzitutto uno specchietto per le allodole, un modo per aizzare passioni e contrapporre attorno a una sepoltura cause giuste e cause perse, non ci voleva molto a capirlo. Ora è chiaro come la luce del sole nell’ora meridiana. Dopo giorni e giorni trascorsi a picchiare sul tasto…

View original 803 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento