(VIDEO) Chávez y los intelectuales

Originally posted on :

por HispanTV

En este documental del 2013 hablamos con Juan Carlos Monedero, profesor español de Ciencias Políticas, quien trabajó con el difundo presidente Chávez.

En este documental analizamos lo que representaron Chávez y la revolución bolivariana para los intelectuales en América Latina y en el mundo.

__

View original

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La famiglia Grossi e Radio Libertà: tragici eroi dimenticati

Originally posted on Il Blog Di Giuseppe Aragno:

Radio Libertà Barcellona 15 novembre 201415 novembre 2014, Centre Civic Cotxeres Borrell, Carrer de Viladomat, 2, Barcellona, messo a disposizione dal “Memorial Demoratic”. Una foto che porterò nel cuore per quel tanto che ancora mi resta da vivere: i ringraziamenti finali al termine di “Radio Libertà“. Giuseppe Aragno e Sylvia Guzman, figlia di Ada Grossi. sono tra gli splendidi protagonisti Alfredo Giraldi e Luana Martucci, che ha in braccio il piccolo figlio, il biondissimo Matteo. Non sono sul palcoscenico, ma meritavano certamente di esserci, Pasquale Napolitano e soprattutto Ida Mauro di AltraItalia, che ha messo l’anima perché l’iniziativa fosse realizzata e riuscisse bene. L’aveva annunciata il 14 novembre un’intervista a “Zibaldone” di “Radio Contrabanda“, affacciata sulla splendida Plaça Reial, e una presentazione di “Antifascismo e potere. Storia di storie“, il libro da cui è tratto “Radio Libertà”, con Steven Forti alla libreria Italiana…

View original 77 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

È morto Grothendieck, matematico apolide e pacifista

Originally posted on OggiScienza:

Alexander_GrothendieckCRONACA – È morto ieri, giovedì 13 novembre, Alexander Grothendieck, considerato uno dei più importanti matematici del ventesimo secolo. All’età di 86 anni, è deceduto nell’ospedale di di Saint-Girons, vicino al villaggio sui Pirenei dove viveva isolato dal mondo della ricerca e dalla famiglia.

Alexander Grothendieck era nato nel 1928 a Berlino da un ebreo russo, fotografo e anarchico, e una giornalista socialista tedesca. Nel 1933, con l’ascesa di Hitler, i genitori lo affidarono a un pastore per andare prima in Francia e poi a combattere nella guerre civile spagnola.

La famiglia si riunì di nuovo nel 1939 a Nimes, ma poco più tardi il padre fu internato a Auschwitz, mentre Alexandre e la madre, dichiarati “stranieri indesiderabili” (étrangers indesiderables), vennero internati nel campo feminile di Rieucros, destinato ai reduci della guerra civile spagnola. È in quegli anni che Alexander inizia a scoprire la matematica “come i ragazzi immaginano…

View original 402 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Quella scienziata che non voleva la guerra

Originally posted on OggiScienza:

Clara_ImmerwahrSECOLI DI SCIENZA – Sesta puntata di Secoli di Scienza – Viaggi scientifici nella storia, la rubrica di OggiScienza, che racconta in podcast i personaggi, gli eventi, i luoghi e le idee che mattone dopo mattone hanno fatto la scienza come la conosciamo oggi.

Questa volta torniamo indietro nella Germania di inizio 1900 e raccontiamo la triste storia di Clara Immerwahr, la moglie del chimico Fritz Haber.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.

Credits from free sound:
Per la sigla: 
Vintage Jingle, by Setuniman; rbh glass break, by RHumpries
Per la puntata: symphonyno3pocoallegretto41 by teo4; death-by-candlelight by  foolboymedia; bach-fugue-in-gmin by roby-caso; memento-to-bachs-fugue-ii by connum.

View original

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Quella scienziata che non voleva la guerra

Quella scienziata che non voleva la guerra.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

IL VICE PREMIER RUSSO: SERVE UNO SFORZO PER PREPARARCI ALLA GUERRA CON LA NATO

Originally posted on Volti del Donbass:

I PERSONAGGI

GeopoliticalCenter_LOGO_NEW_SMALL3

Da GeopoliticaCenter pubblichiamo una intervista illuminante al Vice Premier Russo Dmitrj Rogozin, che coordina gli sforzi del Complesso Militare Industriale del Paese. Il testo è una trascrizione di una puntata della trasmissione televisiva “Serata con Vladimir Soloviev”.

V.S. Buonasera, benvenuti allo show “Serata con Vladimir  Soloviev”. Dal martedì al giovedì, dopo il programma “Vesti” discuteremo le più importanti notizie del giorno con le persone che fanno la politica, influenzano la politica e hanno opinioni interessanti sugli eventi trattati. Abbiamo in studio il Vice Primo Ministro della Federazione Russa l’Onorevole Dmitrj Olegovich Rogozin. Scopriremo come il complesso militare industriale russo risponderà alle sanzioni, perché la Francia teme di recedere dal contratto Mistral e qual è il pensiero dell’ex ambasciatore presso la NATO a proposito dei suoi colleghi della NATO.

D.R. Per favore prima di tutto consentitemi di congratularmi con tutti quelli che hanno a che fare con questo settore…

View original 4.694 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

LA GUERRA NUCLEARE ED ALTRE MINACCE: IL PARERE DI NOAM CHOMSKY

Originally posted on Volti del Donbass:

I PERSONAGGI

chomsky

Tr. It. e redazione: Stefano Orsi

Segnaliamo oggi alcuni passi di una intervista rilasciata da Noam Chomsky, linguista, filosofo e attivista politico a RT. Incidenti , armi , Conflitti , Russia , Stati Uniti d’America , Guerra. Quanto è pericoloso il confronto in corso tra la Russia e l’Occidente? Noam Chomsky ritiene che l’espansione della NATO e degli Stati Uniti alla ricerca dell’egemonia abbia messo il mondo in una situazione molto instabile, ogni interazione accidentale potrebbe causare una guerra nucleare. Ecco il pensiero di Chomsky in pillole:

La Nuova NATO ha lo scopo di controllare il mondo. La “nuova NATO” che è emersa dopo il crollo dell’Unione Sovietica, è fondamentalmente una forza di intervento a conduzione statunitense, con una missione completamente diversa rispetto all’originale, dice Chomsky. In effetti, ci si potrebbe chiedere anche perché la NATO anche continuato ad esistere. La giustificazione ufficiale per la NATO risiedeva nel suo scopo dichiarato:…

View original 940 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento