Ptolemaeus Arabus et Latinus (PAL): il sito web con le versioni in lingua araba e latina delle opere di Tolomeo

bibliofilosofiamilano

tolomeoPtolemaeus Arabus et Latinus (PAL) è il progetto  della Bayerische Akademie der Wissenschaften, al momento in versione beta, che si propone l’edizione e lo studio delle versioni in lingua araba e latina, pubblicate fino al 1700, delCorpusPtolemaicum.

“Corpus Ptolemaicum includes three categories of texts:

  1. Ptolemy’s authentic works, comprising the Almagest, the Tetrabiblos and the minor works Analemma, Phases of the Fixed Stars, Planetary Hypotheses and Planisphaerium.
  2. Pseudepigrapha (works falsely attributed to Ptolemy), i.e. mainly the Centiloquium, but also other astronomical and astrological works, about 30 of which are known in Arabic and Latin.
  3. Commentaries on the texts under A and B above.”

 Al momento il sito contiente:

  • Works:120 voci dedicate alle traduzioni latine di Tolomeo
  • Manuscripts: più di250 voci descrittive sui manoscritti latini che riportano le opere di Tolomeo
  • Glossary: quasi 2000 termini tecnici in lingua greca e araba tratti da testi…

View original post 37 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Aisthema. International Journal: una rivista online di estetica

bibliofilosofiamilano

aistemetaAisthema. International Journal. Philosophy Theology Aestheticè la rivista online internazionale che pubblica contributi, filosofici e teologici, che vertono su quegli ambiti tradizionalmente afferenti alla disciplina estetica: dalla poesia alla letteratura, dalla pittura alla musica, dal teatro al cinema.

La rivista è edita dal Seminario permanente di Studi Storico-Filosofici “Pasquale Orlando” della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione “S. Tommaso d’Aquino”, su iniziativa del Laboratorio di Estetica del suddetto Seminario permanente.

L’obiettivo di Aisthema, nella consapevolezza della dimensione sapienziale e metafisica della filosofia, è quello di promuovere la ricerca filosofica anche per mezzo della diffusione di testi che, consacrati a problemi classici o contemporanei, sappiano guardare, oltre gli steccati dei rigidi curricula accademici, alla commistione e all’incrocio di saperi, metodologie e linguaggi diversificati.

View original post

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Nuovo spazio del blog: Laboratori di Filosofia

bibliofilosofiamilano

tesi

Inauguriamo un nuovo spazio del blog. Nella sezione “Laboratori di Filosofia” potete trovare gli elaborati prodotti dagli studenti dei Corsi e dei Laboratori del Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano e selezionati dai docenti di riferimento.

Seguite tutti i post con il titolo “Laboratori di Filosofia” e cliccate nella Categoria “Laboratori di Filosofia” o nella tag “Laboratori di Filosofia”.

View original post

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Ricettari medici

Bibliostoria

unifi_ricettari01-jpg_1944328971

La collezione di ricettari medici posseduti dalla Biblioteca Biomedica dell’Università degli Studi di Firenze presenta antidotari, ricettari e Farmacopee, che divennero, nel corso dei secoli, strumenti fondamentali per la professione farmaceutica.

Essi delinearono la figura dello speziale, che “riportava la corretta composizione dei medicamenti e l’elenco di quelli approvati”.

Grande importanza ebbe il Ricettario fiorentino che dal 1498 al 1789 ebbe numerose edizioni e ristampe. La redazione è affidata al Collegio medico di Firenze dai Consoli dell’Arte dei medici e degli speziali che aveva autorità sui medici e gli speziali della città e del contado. Il Ricettario fiorentino può essere considerato la prima Farmacopea pubblica come oggi l’intendiamo, cioè un libro scritto per ordine delle autorità che indicava i medicamenti da conservarsi nelle farmacie e le regole cui attenersi nella preparazione dei farmaci, fornendo così una specie di codice che, tutelando la salute pubblica, servisse da guida ai medici…

View original post 3 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Calvin et Genève 16: una nuova risorsa sulla Riforma nella biblioteca digitale di Ateneo

Bibliostoria

calvin_geneve_16E’ già disponibile sul portale della biblioteca digitale di Ateneo la risorsa “Calvin et Genève 16“, dell’Editore Droz.

La banca dati raccoglie le opere di e su Calvino, pubblicate dell’editore a partire dal 1960, ed è continuamente aggiornata con le nuove pubblicazioni.

Attualmente sono disponibili 162 ed il progetto è promosso dal Centre National du Livre, e dalla città e dal cantone di Givevra.

Oltre ad effettuare la ricerca all’interno di tutti testi, è anche possibile limitarla ad una tipologia specifica di opere (ad esempio, all’opera omnia di Calvino, alla corrispondenza di Théodore de Bèze o ai Registri del consiglio di Ginevra all’epoca di Calvino).

Ricordiamo che l’accesso è riservato agli utenti istituzionali Unimi e che per l’accesso off-campus è necessario autenticarsi con le credenziali della posta elettronica di Ateneo.

View original post

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Sigmund Freud Collection: online l’archivio personale di Freud

bibliofilosofiamilano

freud-ritratto

[Oil portrait of Sigmund Freud by Wilhelm Victor Krausz, 1936]

É online la Sigmund Freud Collection, ossia la digitalizzazione dell’archivio personale di Sigmund Freud (1856-1939) posseduto dalla Library of Congress di Washington. Si tratta di un’importante e vasta collezione donata alla biblioteca americana nel 1952 dal “Sigmund Freud Archives“.

L’archivio digitalizzato è costituito da più di 20.000 item e fa luce sulla vita privata e sull’attività  di Freud. Sono presenti anche più di 300 interviste a pazienti, colleghi, familiari e amici condotte da da K.R. Eissler, fondatore del Sigmund Freud Archives,  dopo la morte del pensatore.

“The collection reveals Freud’s life and work, including his early medical and clinical training; his relationship with family, friends, colleagues, students, and patients; his association with early psychoanalytic societies; his perspectives on analytical training; and his numerous writings. It contains family papers, correspondence, writings, legal documents and certificates, notebooks…

View original post 107 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Siamo i discendenti di una sola grande migrazione

OggiScienza

aborigeni Lo studio del genoma di aborigeni australiani e papuani ha fatto luce sulla colonizzazione dell’Australia. Crediti immagine: Preben Hjorth, Mayday Film

ATTUALITÀ – La storia della nostra specie è stata scandita da continue migrazioni. Nato in Africa, Homo sapiens ha poi viaggiato fino agli angoli più remoti del globo negli ultimi 100 000 anni, incontrando e mescolandosi con gli ominidi  che abitavano questi continenti. Tre importanti studi pubblicati nel 2016 su Nature hanno dimostrato che la maggioranza delle persone che oggi vivono fuori dall’Africa discendono da una sola, grande migrazione (ne avevamo parlato qui). Le ricerche sono state indicate tra le notizie più importanti del 2016 dalla rivista Science.

Uno di questi studi è stato coordinato Eske Willersley della University of Cambridge e Michael Westaway della Griffith University del Queensland e si è basato sui dati genetici di persone di diverse popolazioni insediate in diverse regioni del mondo, alcune…

View original post 468 altre parole

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento