Napoli sotto attacco: dal sindaco “confinato” agli arresti di “sovversivi”…

Il Blog Di Giuseppe Aragno

bceIl livello che a Napoli tocca ormai la repressione non è solo preoccupante. Allarma e intimorisce. E’ parte di un disegno liberticida che non prova più nemmeno a nascondersi e trasforma la città in un vero e proprio laboratorio di pratiche autoritarie. Come si fa a non vederlo? Qui a Napoli si sta sperimentando un modello repressivo che tocca tutti noi da vicino e riguarda la città e i napoletani in particolare e più in generale l’intero Paese.
Fermiamoci per un attimo a riflettere e vedremo che il messaggio è chiaro: se posso colpire spudoratamente De Magistris che non non si è “allineato” né da giudice, né da sindaco, se lo posso mandar via dal governo della città dove l’ha portato la gente e non i partiti, se posso chiedere per lui addirittura il divieto di domicilio, riuscite a immaginate che farò di voi che siete gli ultimi e non…

View original post 444 altre parole

Annunci

Informazioni su stefanoulliana

I'm a teacher in philosophy, history and humanities in the italian public schools. My interests are: philosophy, history, politics, sciences, arts.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...