L’ESSERE CHE TENDE ALLA COMPLESSITA’. Riflessioni intorno a “La rinascita del tempo”, di Lee Smolin.

pierluigi fagan | complessità

Dopo aver condotto una prima ricognizione intorno all’essere che sa che sarà più, cioè l’essere umano, questa volta ci occupiamo dell’essere più grande, l’essere del cosmo ovvero il tutto contenuto nello spazio e nel tempo, spazio-tempo incluso. Lo faremo seguendo le downloadVG90tesi ed i ragionamenti del fisico teorico Lee Smolin. Smolin è uno scienziato con tendenze culturali ampie, democratico come parte dell’immagine di mondo sociale e politica, un po’ anticonvenzionale come si evince dalla sua critica al mainstream teorico americano centrato sulla Teoria delle stringhe, relazionale dal punto di vista filosofico. Come fisico, è conosciuto soprattutto per i contributi alla teoria della gravitazione quantistica e la gravità quantistica a loop. La rete degli adiacenti (altri studiosi con i quali intrattiene scambio e condivisione di idee o pensatori del passato con i quali mostra affinità) è tracciata da un poligono che comprende: G.Leibniz, C.S.Peirce e R.M.Unger quanto a filosofi…

View original post 3.751 altre parole

Annunci

Informazioni su stefanoulliana

I'm a teacher in philosophy, history and humanities in the italian public schools. My interests are: philosophy, history, politics, sciences, arts.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...