L’axiverso delle stringhe

OggiScienza

Intervista a Sergei Dubovski, fisico teorico dell’Università di Stanford in California, che spiega perché studiare gli assioni (particelle non ancora osservate) può aiutare a provare la teoria delle stringhe

INTERVISTE – Se già il concetto di multiverso vi mette in difficoltà, che ne dite di axiverso? Confusi? Proviamo ad andare per ordine. Una delle caratteristiche più rivoluzionarie della teoria delle stringhe (la teoria della fisica che ipotizza che la materia, l’energia e in alcuni casi lo spazio e il tempo siano in realtà la manifestazione di entità fisiche sottostanti, chiamate appunto stringhe) è il concetto di multiverso, ovvero l’esistenza di un numero enorme di universi paralleli. Ma questa predizione e le sue conseguenze pratiche sono molto difficili da studiare. Secondo Sergei Dubovski, fisico teorico dell’Università di Stanford in California, si può aprire una finestra sul multiverso studiando la fisica degli assioni, particelle esotiche non ancora osservate. La loro scoperta ci…

View original post 1.060 altre parole

Annunci

Informazioni su stefanoulliana

I'm a teacher in philosophy, history and humanities in the italian public schools. My interests are: philosophy, history, politics, sciences, arts.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...