Grecia, l’accordo e le sue conseguenze

Sinistra Anticapitalista

di Andrea Martini

L’accordo raggiunto nella mattinata del 13 luglio all’Eurosummit, nonostante tutti i tentativi di difesa d’ufficio, costituisce una vera e propria capitolazione del governo Tsipras nei confronti dell’aggressore europeo. Tutta la vicenda conferma, se mai ce ne fosse stata la necessità, il grado di violenza e di protervia di cui sono capaci le classi dominanti europee. L’umiliazione è ancora maggiore proprio perché giunge a una sola settimana di distanza dalla esaltante vittoria del referendum nel quale il No al memorandum aveva trionfato con il 62% dei consensi. Un successo cancellato e oltraggiato da un diktat perfino peggiore dell’ipotesi respinta dal referendum.

E questo accordo non raggiunge neanche l’obiettivo (che Tsipras aveva utilizzato per convincere il parlamento a affidargli il mandato di un ulteriore negoziato) di allentare la morsa del debito sulla Grecia. Debito che non viene tagliato, né ristrutturato, né diluito nel tempo.

Il taglio alle pensioni, l’aumento…

View original post 1.292 altre parole

Annunci

Informazioni su stefanoulliana

I'm a teacher in philosophy, history and humanities in the italian public schools. My interests are: philosophy, history, politics, sciences, arts.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...