Referendum. Riflessioni tra cronaca e storia. Costituente e Costituzione

Il Blog Di Giuseppe Aragno

1. Costituente e Costituzione: la «cultura dell’antifascismo»

ministri-arrivo-quirinale-140222123943_bigIl primo documento ufficiale che ci parla di una nuova Costituzione è il D.L.L. n. 151 del 25 giugno 1944, firmato da Umberto II di Savoia. L’Italia è ancora un Regno e l’articolo 1 prevede che «dopo la liberazione del territorio nazionale, le forme istituzionali saranno scelte dal popolo italiano, che a tale fine eleggerà a suffragio universale diretto e segreto, un’Assemblea Costituente per determinare la nuova Costituzione dello Stato».
La guerra di liberazione insanguina il Paese, ma c’è un governo guidato dall’ex socialista riformista Ivanoe Bonomi e su venti ministri, dodici sono antifascisti: l’azionista Alberto Cianca, confinato e fuoruscito proveniente da Giustizia e Libertà, Benedetto Croce, il cattolico De Gasperi, che ha conosciuto la galera fascista e l’isolamento, lo storico della filosofia Guido De Ruggiero, destituito dall’insegnamento universitario e arrestato, Giovanni Gronchi, cattolico e uomo della Resistenza, i comunisti Palmiro Togliatti, reduce…

View original post 1.503 altre parole

Advertisements

Informazioni su stefanoulliana

I'm a teacher in philosophy, history and humanities in the italian public schools. My interests are: philosophy, history, politics, sciences, arts.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...